Alimentazione dei pappagalli

L’alimentazione dei pappagalli

Quando parliamo di pappagalli ci stiamo riferendo ad oltre trecento specie con esigenze nutrizionali specifiche. Fornire loro una dieta equilibrata è fondamentale per la salute e il benessere generale, anche dal punto di vista psicologico-emozionale. Cos’è importante sapere sull’alimentazione dei pappagalli?

Un’alimentazione equilibrata per pappagalli consiste in una varietà di alimenti che soddisfano le loro esigenze nutrizionali. La prima cosa da fare dunque è capire quali sono le necessità specifiche della specie che stiamo ospitando: l’alimentazione dovrà essere differente non solo in base alla taglia e alla provenienza geografica, ma anche alla fase di vita e alle peculiarità del singolo individuo.


Alimentazione dei pappagalli, cosa può comprendere?

Una cocorita (Melopsittacus undulatus) non può mangiare come un inseparabile (Agapornis sp.).
Tantomeno un’ara (Ara sp.) che in natura abita le foreste del Sud America può avere la stessa dieta di un cenerino (Psittacus erithacus), che si è evoluto in Africa.

Allo stesso modo una femmina che sta deponendo le uova o sta allevando i piccoli non ha gli stessi fabbisogni di un maschio adulto. Un pullo in accrescimento avrà bisogno di nutrienti in quantità e qualità differenti e lo stesso dicasi per pappagalli anziani o in determinate condizioni patologiche.

Detto questo è possibile comunque dare indicazioni generali, per capire tra quali tipi di alimento è possibile scegliere.
In genere come base per la dieta si consiglia un alimento in pellet di buona qualità, formulato appositamente per la specie che ospitiamo: il vantaggio è che contiene importanti integrazioni vitaminico-minerali e può considerarsi un alimento completo.

Su questa base si possono poi integrare, in base alla specie e all’individuo, frutta fresca, verdura, noci e altra frutta secca e semi.
Ottime integrazioni sono anche alcuni fiori, bacche, spezie.

Cereali, legumi e altre fonti proteiche sono fondamentali soprattutto in alcune fasi di vita, così come altre integrazioni e nutraceutici.

I pappagalli hanno grande necessità di cercare, scegliere, manipolare il cibo con i piedi e con il becco

I vantaggi di un’alimentazione fresca

Come nel caso del cane, del gatto, del coniglio e di altri animali anche per i pappagalli l’alimentazione fresca è un vantaggio per la salute, purché sia correttamente formulata e bilanciata.

Fornire tutto ciò di cui questi splendidi animali hanno bisogno, sia in termini di macro che di micronutrienti, consentirà un funzionamento ottimale di tutti gli organi e gli apparati, ma garantirà anche la salute della cute e del piumaggio riducendo l’incidenza di crescita di penne o piume anomale e più fragili che possono indurre i pappagalli a strapparle.

In più per animali così evoluti dal punto di vista cognitivo e psicologico-emozionale un’alimentazione varia, composta da cibi freschi di qualità, colorati, con profumi, sapori e consistenze differenti è un importante strumento di arricchimento ambientale.
Se la ciotola contiene sempre lo stesso cibo confezionato, anche se fosse completo e bilanciato, non potrebbe soddisfare la grande necessità che questi animali hanno di cercare, scegliere, manipolare con i piedi e con il becco.

Una dieta fresca consente di rendere l’alimentazione davvero “su misura” per ogni individuo.

Gli errori da non commettere

  • Fornire miscele di semi come unico alimento: i semi possono mancare di nutrienti essenziali, oppure essere troppo ricchi di oli come nel caso dei semi di girasole.
    Un’alimentazione troppo ricca di lipidi può provocare degenerazione del fegato e predisporre all’obesità.
  • Non offrire una varietà di verdura e frutta fresche, limitandosi ad un pezzetto di mela saltuariamente.
    Vegetali e frutta devono rappresentare una buona parte della razione quotidiana: verdure a foglia, carote, broccoli, cavoli, peperoni, zucca, carciofo, finocchio, ma anche mela, pera, agrumi, kiwi, ananas, papaya sono solo alcuni esempi.
    Il consiglio è sempre quello di scegliere, quando possibile, verdure e frutta da coltivazione biologica e di stagione.
  • Mettere a disposizione cibi tossici: cioccolato, alcol, cibi ricchi di grassi e di zuccheri, caffeina, avocado (alcune varietà si sono dimostrate tossiche), salse e condimenti, cibi fritti o dolciumi.
  • Non fornire acqua fresca di buona qualità, la corretta idratazione è molto importante

In conclusione

Una dieta bilanciata e varia è essenziale per garantire una buona salute e una vita di benessere ai pappagalli. Consultare un veterinario esperto nella medicina e nella nutrizione di questi animali può essere di grande aiuto per avere una dieta personalizzata in base alle esigenze specifiche della specie e dell’individuo.

Prendersi cura della nutrizione contribuirà in modo significativo ad evitare molte patologie e disturbi fin troppo frequenti!

Articolo della dott.ssa Cinzia Ciarmatori, DMV

cerca

leggi di più

  • inCamilla Marchetti

    Metodi di cottura per la dieta casalinga dei nostri animali

    Iniziare una dieta fresca per il nostro cane o il nostro gatto è sempre un momento emozionante, ma anche pieno di dubbi! Quali sono i metodi di cottura migliori per preparare il loro cibo? Mentre la scelta di una dieta casalinga per cani e gatti diventa sempre più diffusa tra i proprietari di animali domestici,...
  • inDenise Pinotti

    Cereali soffiati per il cane. Si può?

    Spesso chi prepara la dieta casalinga al proprio cane aggiunge cereali soffiati alla ciotola, in particolare il riso soffiato. E’ indubbiamente un ingrediente molto comodo in quanto “pronto all’uso” ma è effettivamente salutare? Approfondiamo in questo articolo dove valuteremo i pro e contro dei cereali soffiati, come sceglierli e utilizzarli. I ce...
  • inMaria Mayer

    I gatti possono mangiare la frutta secca?

    Quanto è buona la frutta secca, ma i gatti la possono mangiare? Oggi rispondiamo a questa domanda, parlando dei vari tipi di frutta secca, dei benefici che può avere il gatto e delle dosi e modalità con cui possiamo offrirla al nostro micio.   La frutta secca è sempre più presente sulle nostre tavole soprattutto in...
  • inMaria Mayer

    Perché i gatti amano le olive ?

    Le olive sono un cibo stranamente attraente per molti gatti. Ricche di grassi e antiossidanti, si potrebbe pensare che sia solo per quello che sono tanto desiderate. In questo articolo scopriamo le reali motivazioni per cui un gatto ama le olive, quali sono i rischi e cosa fare se il gatto mangia troppe olive.   Sinceramente...
TORNA SU