Alimentazione per cani e gatti con problemi gastrointestinali. Cosa fare?

/ / Alice Chierichetti
Alimentazione del cane

Nei nostri cani e nei nostri gatti le patologie gastrointestinali sono dei disturbi piuttosto frequenti.

I sintomi che danno queste patologie sono spesso aspecifici e molto simili tra loro.

Tipicamente il nostro cane o gatto manifesterà: diarrea (sia acuta che cronica), stitichezza, dolore alla palpazione addominale, vomito, debolezza e poco appetito. 

Alimentazione per cani e gatti con problemi gastrointestinali

Per fare diagnosi il Medico Veterinario, in questi casi, si affida ad una accurata visita clinica. Con la quale raccoglie indicazioni utili sull’organo del tratto gastrointestinale maggiormente coinvolto. 

La dieta è uno strumento di fondamentale importanza quando si parla di apparato gastroenterico.
Una corretta dieta infatti può essere una vera e propria cura, ma ci aiuta anche moltissimo in prevenzione. 
Purtroppo non esiste una dieta universale che vada bene per tutti i soggetti e per tutte le patologie gastrointestinali.

L’alimentazione nel corso delle patologie gastrointestinali è fondamentale e ci aiuta molto come cura e come prevenzione

Cosa intendiamo con “dieta”?

Quando parliamo di dieta non ci riferiamo “solamente” al cibo, ma anche a:

  • nutrienti specifici
  • approcci nutrizionali personalizzati
  • integrazioni funzionali
  • gestione pratica dell’alimentazione

Quindi come si imposta un piano nutrizionale in questi casi?

Nella preparazione di un piano nutrizionale adeguato è necessario considerare diversi aspetti tra cui: la specie, la razza, l’età dell’animale. Ma anche se ci sono patologie concomitanti, l’ambiente in cui vive, l’attività fisica che svolge Senza dimenticare il BCS (Body Condition Score), il peso corporeo, il tono muscolare.
Ma anche tutta la sua storia dei primi mesi di vita (da dove arriva, se ha avuto qualche patologia, qualche parassita e così via…).

Una cosa molto importante è quella di fare una lista di alimenti che l’animale può o non può mangiare. Quelli che più gradisce e quelli che il proprietario preferisce cucinare. 

I nutrienti di interesse variano a seconda delle condizioni cliniche del paziente, della valutazione nutrizionale, dei sintomi, delle caratteristiche della malattia gastrointestinale.

Le opzioni nutrizionali per le malattie gastrointestinali sono numerose, in quanto pazienti diversi, pur con patologie simili, possono trarre vantaggio da alimentazioni differenti.

Proprio per questo motivo è importantissimo affidarsi ad un professionista (ad un Medico Veterinario esperto in nutrizione), per garantire all’animale una dieta bilanciata e personalizzata per la sua patologia. 

Attenzione quindi al “fai-da-te”, l’alimentazione è una medicina potentissima che abbiamo a nostra disposizione!

Articolo della dott.ssa Alice Chierichetti, DMV

cerca

leggi di più

  • inCamilla Marchetti

    Alimentazione e sistema immunitario: esiste una correlazione?

    L’alimentazione, si sa, è un valido supporto per molte funzioni dell’organismo. Ma esiste anche una correlazione fra l’alimentazione ed il sistema immunitario? È possibile attraverso la dieta sostenere ed aumentare le difese immunitarie?  Il nostro compito nei confronti dei nostri animali è prendercene cura al meglio e garantire la migliore e ...
  • inMaria Mayer

    Allergie e intolleranze alimentari nel cane

    Sempre più cani soffrono di allergie e intolleranze alimentari. In questo articolo vediamo quali sono le differenze fra allergie e intolleranze, quali sono le razze predisposte, come capire se il vostro cane ne soffre e i rimedi utilizzabili.  Non abbiamo mai visto tanti cani con allergie e intolleranze alimentari come negli ultimi anni, ne pa...
  • inFrancesca Parisi

    Acidi grassi essenziali Omega-3 e Omega-6 per cane e gatto. Perché sono importanti?

    In questo articolo parliamo dell’importanza degli acidi grassi essenziali Omega-3 e Omega-6 nell’alimentazione del cane e del gatto, partendo da cosa sono, quali sono quelli essenziali, cosa sono gli Omega-3 e quali devono essere integrati. Sentiamo parlare spesso di quanto sia importante integrare la nostra alimentazione con acidi gras...
  • inCinzia Ciarmatori

    Animali domestici e sostenibilità ambientale

    Solo in Italia secondo le stime ci sono oltre 60 milioni di animali domestici, di cui circa 18 milioni sono cani e gatti. Quando diamo loro da mangiare, somministriamo antiparassitari o farmaci dobbiamo fermarci a pensare all’impatto ambientale delle nostre azioni moltiplicate per milioni e milioni. E dobbiamo chiederci: c’è un’al...
TORNA SU